Immagine Corporea e Abbigliamento

Fino ad ora abbiamo cercato di comprendere come la moda agisse sulla nostra persona, tramite vari aspetti.

Abbiamo analizzato che effetto hanno gli abiti su chi li indossa e come possono agire sulla nostra identità.

Adesso vorrei analizzare con te un nuovo aspetto su cui agisce l'abbigliamento.


Questo aspetto è l'immagine corporea.


L'immagine corporea, non è altro che l'immagine mentale del nostro corpo, unita alla risposta affettiva che ne consegue.

Sei d'accordo con me che l'abbigliamento aiuta a coprire il corpo dandogli forme che ci possano apparire il più adatte a noi?

In questo senso quindi l'abbigliamento ci aiuta anche nell'ideare la nostra immagine corporea, partendo ovviamente dalla percezione che abbiamo della nostra identità corporea reale.



L'immagine del nostro corpo ovviamente non è un'essenza interna immutabile, anzi è una cosa molto variabile, la quale dipende spesso dall'influenza a cui siamo soggette ogni giorno.





L'ideale di bellezza, nella maggior parte delle volte, è dettata dai continui stimoli che incoraggiano una determinata forma fisica.


Canoni, nella maggior parte dei casi, difficili da raggiungere, e questa continua influenza, a parere mio negativa, può danneggiare la persona sotto più aspetti, che possono essere sia emotivi che fisici.

Emotivamente può creare un calo smisurato della propria autostima unito ovviamente all'insoddisfazione del proprio corpo.

E ancora più grave sono i danni fisici che può creare, non a caso purtroppo esistono patologie legate all'alimentazione.


E tutto questo?

Per assomigliare il più possibile ad un modello ideato per altro da un'altra persona?


E il risultato che otteniamo qual è?

Tante ragazze e donne che cercano disperatamente di assomigliarsi l'una con l'altra, e non per stima reciproca ma per sentirsi belle talvolta anche invidiandosi?

Ne vale davvero la pena?

Sei consapevole che l'ideale di bellezza sociale non è altro che una tendenza che cambia periodicamente, e che tra l'altro è diverso da cultura a cultura?


Le varie tendenze possono anche coesistere ed essere totalmente l'una l'opposta dell'altra solo perché cambia il luogo in cui ti trovi.

Non a caso l'ideale di bellezza che c'era una volta era totalmente diverso da quello dei nostri giorni; una volta era percepito come bello una forma rotondeggiante in cui seno, cosce e addome erano simbolo di fertilità e attrazione tanto più erano abbondanti, gli

standard attuali invece prediligono una forma snella.


Per farti capire come l'influenza esterna possa cambiare il nostro ideale corporeo, ti voglio riportare uno studio condotto nel 1995, qualche settimana prima dell'introduzione della televisione satellitare, effettuato su un gruppo di studentesse nelle isole Fiji, più precisamente nella provincia di Nandroga. Questo studio venne poi nuovamente effettuato a 3 anni di distanza per analizzare gli effetti della televisione sul gruppo di studentesse.

Le ragazze delle Fiji erano tradizionalmente incoraggiate ad un sano appetito, e come ideale avevano un corpo rotondo a significare fertilità e salute.

A seguito dell'esposizione prolungata alla televisione, ci fu un aumento, in soli tre anni dallo 0% al 69% di diete, e dallo 0% all'11% di studentesse che utilizzavano il vomito auto-indotto. Altri studi evidenziarono anche come le ragazze delle Fiji percepivano di avere maggiori opportunità economiche e sociali con la perdita di peso.

Lascio a te l'interpretazione di questi dati, che a parere mio sono semplicemente assurdi.


La percezione del nostro corpo è spesso imbevuta di contenuti emotivi conseguenti a giudizi altrui o che ci auto creiamo nel giudicare le nostre forme.


Quello che voglio trasmetterti tramite questo articolo è che non è realmente importante la tua forma fisica, se hai il naso alla francese o patata, se hai gli occhi scuri o chiari o le labbra piccole o grosse.

La cosa davvero importante, anzi l'unica che conta realmente è la tua unicità, è bello essere diverse.

Certo, se la tua forma fisica non ti piace perché è sintomo del fatto che ti stai trascurando e che non ti stai prendendo cura di te stessa è giusto fare qualcosa per cambiare tutto questo.

Ma l'obbiettivo non deve essere quello di piacere agli altri perché ti imbarazzi, non ti senti all'altezza di qualcosa o peggio ancora di qualcuno.

L'obbiettivo è quello di ritornare a essere soddisfatta ed orgogliosa della persona che sei, e vedrai che andando a sistemare quello che provi dentro, anche solo inserendo piccole azioni ogni giorno, andrai a sistemare in automatico la tua immagine corporea, che non corrisponderà ad un ideale sociale ma alla persona che sei.


L'abbigliamento può essere utilizzato come strumento per lavorare al proprio benessere, aumentando la soddisfazione soggettiva legata all'idea di possedere un'immagine corporea positiva.

Io stessa adoro utilizzare l'abbigliamento per sentirmi bene con me stessa.

Tutto sta nel come e nel perché usi questo strumento, io lo uso per esprimere al meglio me stessa e la persona che sono.


Tu?

Come lo usi?

Aspetto una tua risposta!



Se non lo hai mai usato perché non sapevi come usarlo o non lo sai tutt'ora, scrivimi e vedremo insieme come sfruttare al meglio questo strumento per la tua persona.


Puoi scrivermi nella Chat che trovi qui di fianco, sui Social o alla mail che hai ricevuto registrandoti alla newsletter.


Ricordati che la percezione che abbiamo del nostro corpo influenza il comportamento che assumiamo per modificarlo.

Sii sempre te stessa e non la copia di un'altra persona.


Al prossimo Mercoledì.





IMG_1579_jpg.JPG

Ferrari Alessia 

Ciao!

Sono Alessia,

sono una Consulente di Immagine.

Ho deciso di creare il progetto e il Blog Dett.B con lo scopo di poter aiutare tutto il mondo femminile a ritrovare se stessa ma soprattutto per far capire loro quanto è importante valorizzare la propria immagine.

Perché la tua immagine dice chi sei e ciò che hai dentro!