Effetto degli abiti su chi li indossa

Buongiorno ragazze,

abbiamo visto negli articoli precedenti le componenti principali della moda legata alla psicologia.

Oggi tratteremo un argomento molto interessante che riguarda la percezione che puoi avere quando indossi un determinato vestito.


Nel 2000, è stata condotta una ricerca su un gruppo di donne, alle quali è stato domandato il significato che aveva per loro l'abbigliamento.

Ciò che è emerso, sono state 3 diverse prospettive:

- La donna che voglio essere: qui l'abbigliamento è usato per avvicinare il più possibile l'immagine reale da quella ideale.

- La donna che ho paura di apparire: qui l'abbigliamento è percepito come non in grado di aiutare l'immagine ideale a prendere forma, bensì come elemento di rinforzo di un'immagine reale percepita come negativa.

- La donna che sono la maggior parte del tempo: qui l'abbigliamento viene utilizzato per realizzare vari aspetti di se stessa.


Possiamo quindi affermare che i vari capi di abbigliamento comunicano un emozione positiva o negativa che sia alla persona che li indossa.



Un'altro aspetto che ci conferma quanto detto e che va assolutamente considerato, è quello che sottolinea come ci siano ruoli in cui ci caliamo con naturalezza indossando semplicemente abiti che ci aiutano a sentirci a nostro agio, e ruoli a cui invece non sentiamo di appartenere completamente.


L'abbigliamento è uno strumento che ci può permette di colmare quel senso di inadeguatezza.

Un esempio può essere il medico alle prime armi che indossando il camice si sentirà più competente.

In pratica è come se avessimo bisogno di uno strumento che ci consenta di calarci in una parte, come se fossimo degli attori e dovessimo convincerci e dimostrarci che


siamo in grado di fare una determinata cosa o di ricoprire un determinato ruolo.


L'abbigliamento e il significato attribuito allo stesso, funge da attivatore di una rete di concetti in grado da influenzare pensieri e comportamenti.


Questo processo si chiama Realismo Ingenuo.


Per dimostrare questo concetto, nel 2002 è stato condotto un esperimento su un gruppo di studenti, il primo gruppo indossava abiti formali , il secondo casual.

É stata data loro una lista (uguale per entrambi i gruppi), contenente degli aggettivi ed è stato chiesto loro di individuare quelli che li descrivessero al meglio.

Chi indossava abiti formali è stato più veloce e sicuro nell'individuare aggettivi che li descrivesse.

Gli aggettivi scelti sono stati " pulito", " sobrio" e " curato".

Chi invece indossava abiti casual è stato più incline a riconoscersi come " goffo", "disinvolto", "alla mano".


Possiamo quindi confermare che l'abbigliamento crea il sé, questo perché i vestiti nelle varie situazioni riflettono tratti della nostra personalità in cui ci riconosciamo e coerenti con quello che indossiamo.


Questo ovviamente ha un suo peso anche a livello emotivo, se un abito formale mi fa sentire più "pulito" o "ordinato" la dimensione emotiva sarà positiva, se un abito casual mi fa sentire goffo la dimensione emotiva risulterà negativa.

Non a caso altre ricerche hanno dimostrato che chi lavora nel business si sente più competente ed autoritario quando indossa abiti formali e più creativo ed amichevole quando indossa abiti casual.


Possiamo quindi concludere dicendo che l'abito non serve solo ad enfatizzare agli altri i nostri attributi lavorativi, ma serve soprattutto per aumentare la propria autostima.

É altrettanto importante sentirsi "vestiti in maniera appropriata" in quanto questo amplificherà la percezione di professionalità di te stessa, se rimaniamo in ambito lavorativo, ma in generale chi si sente "vestito in maniera appropriata" si sentirà a proprio agio in qualsiasi situazione si trovi.


E tu, cosa ne pensi dell'abbigliamento?

In quale tipologia di donna ti ritrovi?



Buona giornata

Al prossimo Mercoledì










IMG_1579_jpg.JPG

Ferrari Alessia 

Ciao!

Sono Alessia,

sono una Consulente di Immagine.

Ho deciso di creare il progetto e il Blog Dett.B con lo scopo di poter aiutare tutto il mondo femminile a ritrovare se stessa ma soprattutto per far capire loro quanto è importante valorizzare la propria immagine.

Perché la tua immagine dice chi sei e ciò che hai dentro!